Associazione Borgo Solidale DopodiNoi

Il nostro cammino è iniziato grazie ad un aiuto da parte della “Congregazione delle Ancelle dell’Amore Misericordioso” che ha messo a disposizione una casa di proprietà situata a Montecchio, dove inizialmente (dall’autunno 2014, alla primavera 2015), sono state fatte dai nostri figli, nei fini settimana, esperienze di vita comune ed autonoma, con operatori socio-sanitari e volontari. L’abitazione in questione è risultata nel tempo non idonea a causa della locazione posta in un luogo isolato e carente di spazi adeguati ai bisogni dei nostri figli.

In seguito si è provato a sperimentare presso alberghi locali momenti di vita in comune ma i costi sono stati elevati e gli ambienti non sono risultati adeguati ai nostri ragazzi.

Per le vacanze estive è stato individuato un piccolo agriturismo totalmente occupato dai nostri figli e da operatori, ospiti esterni transitavano solo di giorno e si integravano in luoghi costruiti senza barriere. L’integrazione avveniva quindi attraverso una relazione dove non era il disabile a doversi adattare ma l’altro.

Il bisogno principale è per noi quello di avere un ambiente strutturato per la nostra “normalità” e non quella collettiva. Parallelamente oggi siamo alla ricerca di una casa situata in un contesto urbano tale da offrire maggiori possibilità di scambi sociali.

Nel febbraio 2015 è stato organizzato un seminario di formazione sul tema del” Dopo di noi” attraverso il” trust “dove hanno partecipato anche forze politiche di enti locali.

Quell’evento ha dato vita ad un percorso in itinere di ricerca e confronto con gli enti locali della MVT. Ad oggi è stato presentato un progetto per la creazione di un “dopo di Noi “al Comune di Fratta Todina per permettere ai nostri figli, quando non ci saremo più, di vivere vicino al centro socio-educativo-riabilitativo che li ospita a regime diurno.

I nostri figli sono persone molto speciali perché portatori di disabilità plurime fisiche ed intellettive gravi.

I loro bisogni Speciali li obbligano ad avere autonomie e competenze molto speciali. Fanno parte di quella tipologia di persone che non potranno mai essere inserite in contesti lavorativi e che per avere una vita indipendente avranno sempre bisogno di avere accanto a loro persone che li assistono.

La loro quotidianità dipende sempre da altri.

Necessitano quindi di caregiver o intermediari con e nell’ambiente domestico e sociale.

La loro qualità della vita ed il loro benessere psico-sociale dipende da come l’ambiente si plasma intorno a loro.